In Belgio i gamberetti si pescano a cavallo - A Zonzo Tour

 

 

 

 

Succede solo in Belgio. In passato li si poteva vedere lungo tutte le coste, sulle spiagge bagnate dal mare del Nord, tra Belgio, Olanda, Francia e Inghilterra Orientale. Adesso accade solo qui di vedere i pescatori a cavallo, una tradizione che affonda le radici nel Medioevo e, intatta fino ad oggi, emoziona ancora. Ebbene no, non è uno scherzo: pescano a cavallo.

 

 
 
 
 

E’ quello che accade a Oostduinkerke, a una ventina di chilometri da Ostenda, lungo la costa del Belgio, in una delle spiagge più suggestive della zona. Il motivo per cui questo antico e strano modo di pescare resiste su questa spiaggia è dovuto alla grande sensibilità per le tradizioni della popolazione di Oostduinkerke, questa tipica comunità di pescatori, ma anche per motivi molto più concreti: Oostduinkerke ha una spiaggia ideale con una pendenza dolce, senza ostacoli sommersi e soprattutto qui si trovano grandi concentrazioni di questi gamberetti grigi. Piccoli e saporiti, chiamati nella lingua del posto rikze garnalen e che secondo la gente della costa sono perfetti per essere mangiati con la salsa rosa o per farcire alcuni piatti che poi trovate nei locali del paese, da Bruges a Bruxelles.

Questo tradizionale tipo di pesca è sopravvissuto al passare del tempo solo a Oostduinkerke, sia grazie all’ecosistema che favorisce il proliferare dei gamberetti, sia grazie ad un irriducibile numero di pescatori che ha deciso di tener viva la tradizione e tramandarla di generazione in generazione. Un’arte e una tradizione il cui valore è stato riconosciuto ufficialmente nel dicembre del 2013, quando l’Unesco ha deciso di aggiungerla all’elenco del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.

La pesca si pratica un paio di giorni la settimana, nei mesi tra giugno e settembre (alcune volte pescano a cominciare da aprile). Si sfruttano le ore in cui la spiaggia si allunga grazie alla bassa marea. I possenti cavalli da traino, per lo più di razza brabantina(belga da tiro), vengono scortati fino alla battigia e lì i paardenvissers, questo il nome dei pescatori, predispongono le lunghe reti triangolari che serviranno per catturare i gamberetti e posizionano ai lati della sella le grosse ceste in vimini, dove il prezioso pescato verrà raccolto.

Solo quando il cavallo è immerso quasi fino al petto, ecco allora che ciascun pescatore, calcolando la giusta distanza tra l’uno e l’altro, si allinea parallelamente alla spiaggia e inizia a setacciare lentamente il fondo.

Dopo circa quindici minuti, cavallo e pescatore riemergono sulla spiaggia per controllare il risultato e riposare tra un’andata e un ritorno. Nella rete insieme a pesciolini, granchi e residui del mare, ecco spuntare finalmente i piccolissimi gamberetti grigi (rikze garnalen) che, convinti della sicurezza del rifugio, sostavano sotto la sabbia.

Al primo bottino ne seguono altri, fin quando, con l’arrivo dell’alta marea,dopo circa due ore, la giornata di lavoro si conclude.

Chiamati anche“caviale del mare del Nord” per la loro prelibatezza, i gamberetti grigi sono l’ingrediente principe per molti piatti tipici della zona e rinomati in tutto il territorio delle Fiandre. Le croquettes, una squisita pastella che avvolge gamberi e formaggio fuso,e le tomate-crevettes, pomodori ripieni di gamberi e salsa rosa, sono solo alcuni tra i piatti più rinomati.

Uno spettacolo unico che trova il suo culmine durante l’ultimo fine settimana di giugno, quando la tradizione della pesca a cavallo è celebrata con la “Festa del Gambero”: un fine settimana di parate, eventi e tanti saporiti gamberetti da gustare!

Di seguito il calendario per maggiori informazioni su date e orari in cui poter assistere alla pesca a cavallo per l'anno 2018:

2/04/2018 09.00 *

9/04/2018 14.00

10/05/2018 15.00

19/05/2018 10.00

18/06/2018 11.00 *

20/06/2018 12.30

21/06/2018 13.30

23/06/2018 16.00 *

2/07/2018 10.00

4/07/2018 11.00

6/07/2018 13.00 *

9/07/2018 16.00

10/07/2018 17.00

16/07/2018 10.00

18/07/2018 11.15

19/07/2018 12.00

20/07/2018 13.00 *

23/07/2018 16.45

31/07/2018 09.30

1/08/2018 10.00

2/08/2018 10.30

6/08/2018 14.30*

8/08/2018 16.45

13/08/2018 09.00

14/08/2018 09.30

16/08/2018 11.00

21/08/2018 16.00

22/08/2018 17.00

29/08/2018 09.00

30/08/2018 09.45 *

3/09/2018 12.30

4/09/2018 14.00 *

12/09/2018 09.00

13/09/2018 09.45

29/09/2018 (Koksijde)10.00 *

* dopo la pesca i gamberetti verranno cucinati sul pontile.

Sul sito ufficiale www.paardevissers.be (in olandese) si possono trovare il calendario con le date e gli orari di pesca. Calendario: http://paardevissers.be/?page_id=95

Come raggiungere Oostduinkerke: Dalla stazione centrale di Bruxelles prendere il treno per Oostende (ca. 1h20),  e poi il kusttram, il tram costiero n. 0 fino a Oostduinkerke Bad (26 fermate - 55min.)